Federazione Ticinese Karate-do

Cerca

Vai ai contenuti

Kumite

Karate > Shotokan


Il kumite è l'applicazione pratica dei kihon (tecniche basilari) attraverso il confronto con un avversario. Una delle regole più importanti di questa disciplina è l'autocontrollo.
Senza autocontrollo non è possibile combattere in modo sicuro, in quanto ci si potrebbe infortunare. L'obiettivo, invece, è quello di sprigionare la massima energia, rapidità e forza nell'attacco, in modo da renderlo il più reale possibile ma con il massimo controllo, soprattutto a livello del viso. Ai praticanti più avanzati si permette infatti un contatto "limitato" a livello del tronco, Allo stesso modo, chi difende, deve essere il più veloce e scattante possibile per parare o evitare i colpi dell'avversario tentando a sua volta un attacco in modo di aggiudicarsi l'incontro.

Il kumite é composto da diversi tipi di forme o livelli a secondo del grado di apprendimento:

1. Gohon kumite: l'attaccante fa 5 attacchi definiti, ognuno con il passo avanti, il difensore arretra eseguendo un contro attacco al quinto passo. Esistono 2 varianti:
a) attacco al viso (5 attacchi in "Jodan Oi-tsuki", difesa con "Age-uke" al quinto passo contro attacco con "Gyaku tsuki")
b) attacco al ventre (5 attacchi in "Jodan Chudan-tsuki", difesa con "Soto ude-uke" al quinto passo contro attacco con "Gyaku tsuki")

2. Sanbon kumite: l'attaccante fa solo 3 attacchi definiti con il passo avanti, al terzo passo viene introdotto un attacco con un calcio. Il difensore arretra eseguendo una parata diversa ad ogni passo, al terzo passo viene eseguito un contro attacco. Il primo attacco é rivolto al viso, il secondo al ventre per terminare con un calcio al ventre, le diverse varianti sono determinate dalla scelta delle tecniche di difesa usate.

3. Kihon ippon kumite: l'attaccante fa un solo attacco definito con un solo spostamento in avanti, il difensore arretra eseguendo un contro attacco. Le diverse varianti sono determinate dalla scelta delle tecniche di difesa usate di attacco al viso o ventre e di pugno o calcio e delle corrispondenti tecniche di difesa.

4. Juyu ippon Kumite: di base uguale al Kihon ippon kumite, solo che l'attaccante è distante 3 metri dal difensore e quindi deve avanzare fino a portarsi alla giusta distanza per effettuare l'attacco definito.

5. Okuri Juyu Ippon Kumite: (è riservato solo cinture nere) Dopo la conclusione del normale tipo Juyu Ippon, cioè di attacco-difesa-contrattacco, dopo aver riacquistato la distanza iniziale, l'attaccante offre un ulteriore attacco, questa volta senza annunciare la sua tecnica di attacco.

6. Juyu kumite: ulteriore evoluzione del Juyu ippon kumite, gli avversari combattono senza dichiarare la tecnica di attacco, il difensore deve riuscire ad intuire l'attacco in modo da potersi difendere e poter eseguire a sua volta un contro attacco. A questo livello si parla di "kumite libero", é la forma più elevata di Kumite e perciò anche utilizzata nelle competizione sportive.

Nota: Vi sono 3 "varianti" di Juyu kumite usate nelle competizioni per assegnati il punteggio:
Shobu Ippon: Il vincitore è il primo a raggiungere un intero punto (Ippon) o due mezzi punti (waza-ari).

Shobu Nihon: Il vincitore è il primo a raggiungere due punti (Ippon) o quattro mezzi punti (waza-ari).

Shobu Sanban: Il vincitore è il primo a raggiungere tre punti (Ippon) o sei mezzi punti (waza-ari).


Home Page | News | FTK | Karate | Affiliati FTK | Contatti FTK | Links | Mappa del sito


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu